Il Santuario di Vallepietra riapre le porte ai pellegrini - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Santuario di Vallepietra riapre le porte ai pellegrini

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Tradizioni ·
Tags: AperturaSantuarioTrinitàVallepietra
 
Un caldo sole primaverile ha accolto lunedì scorso migliaia di fedeli per la riapertura ufficiale del santuario della Santissima Trinità, il luogo sacro posto a 1300 metri di altitudine, nel territorio del Comune di Vallepietra, in provincia di Roma, ma nella diocesi di Anagni–Alatri.
Dopo la chiusura invernale di circa sei mesi (da novembre salire fino al santuario diventa problematico per le nevicate), “la Santissima”, come con affetto viene chiamato questo luogo, ha dunque riaperto il suo scrigno di fede.
Sul piazzale antistante il santuario sono così arrivate di buon mattino oltre duemila persone, da tutto il Lazio ma anche dalle regioni limitrofe, e più di venti compagnie, i sodalizi di fedeli che curano la devozione verso la Trinità, ognuna delle quali preceduta dallo stendardo con la raffigurazione delle “Tre Persone”.
Sono stati i padroni di casa della Compagnia di Vallepietra a entrare per primi nel santuario, accompagnati dal rettore e parroco del paese, don Alberto Ponzi.
Nel corso dell’omelia della Messa che ha sancito la riapertura religiosa, il vescovo Lorenzo Loppa ha ricordato quanto avvenne a Vallepietra il primo maggio del 1944, con i soldati tedeschi, in precipitosa ritirata da Cassino, che minacciarono la fucilazione di numerosi abitanti del paese, se non fosse stato loro rivelato il luogo dove sarebbero stati tenuti nascosti alcuni militari americani.
Intervenne l’allora parroco, don Salvatore Mercuri, che convinse i tedeschi a ritirare la minaccia, dopo aver assicurato loro che nessun soldato americano si era nascosto a Vallepietra.
Il vescovo Loppa ha quindi ricordato ai fedeli presenti di fare della nuova stagione di pellegrinaggi «una stagione di giovinezza, perché si diventa giovani aiutando gli altri a ringiovanire, soprattutto nella fede e nella speranza». «Come vescovo vorrei che la stagione qui al santuario fosse dedicata alla custodia della fede delle persone e della comunione della comunità cristiana e soprattutto dei giovani, che sono il nostro tesoro e il nostro investimento per un futuro meno arcigno, meno triste e meno problematico del presente che stiamo vivendo», ha rimarcato Loppa.
Dal canto suo, il vescovo Alberto Ponzi ha auspicato che «il nuovo anno di pellegrinaggi sia ricco di nuove esperienze di fede per tutti coloro che verranno al santuario».
Lo scorso anno sono state circa 400 mila le persone che dal 1 maggio al 31 ottobre 2016 (giorno di chiusura del Santuario), hanno raggiunto il luogo sacro sulle montagne di Vallepietra. Una stagione ulteriormente impreziosita dalla Porta Santa per il Giubileo della Misericordia, attraversata per l’appunto da centinaia di migliaia di fedeli. E anche quest’ultimo è stato un grande dono per il santuario, grazie ad alcune iniziative collaterali prese durante il periodo giubilare.
Particolari quelle riservate alla riscoperta del sacramento della Confessione e dedicate ai giovani. Il prossimo appuntamento per i pellegrini è quello della festa della Santissima Trinità, che verrà celebrata nelle giornate del 10 e 11 giugno, anche se come sempre in tanti continueranno a salire al santuario in tutti i fine settimana, spesso anche a piedi dopo giorni di cammino.
Il santuario è aperto nei giorni feriali dalle 8 alle 17 e nei giorni festivi dalle 7 alle 18. Le Messe vengono celebrate alle 10.30 nei giorni feriali (a partire dal 29 maggio) e alle 9–10–11–12 nei festivi.
Sempre nei giorni festivi, dalle 9 alle 12, sono disponibili i confessori nell’area appositamente attrezzata. Assieme alle suore Cistercensi, alcuni volontari garantiscono il decoro delle funzioni e dei luoghi.



Articoli per mese
Tag
Peregrinatio Comunicazioni Missioni Giorgio Vallepietra Inizio Osservatorio Uffici Giovani Sacerdozio Scolastica Ospedale Fidanzati Spirituale Donna Milani Onlus Convegno Trivigliano Marcia Terremoto Fiuggi Crocifisso Unitalsi Vita Crismale anni Vivente Ludovici Donum Damiano Parrocchie Santucci Pace Loppa Lavori Cripta Religiose Diocesi Elezioni Esercizi Trevi Lazio Pitocchi Alatri Ruanda Anziani Lettera Presepi Etiopia Civile Agostino Trinità Azione In Giornata Filettino Seminario Auguri Quaresima Cultura Avvenire Beato Apertura Gismondi Venerdì Rita Fraternità Diocesano Fatima Pellegrino Francescani XIII Don Parrochie Riposo Andrea Sanctis Stranieri Trunità Papa Croce Leoniano Anagni Vocazioni Consiglio Oratorio Adoratrici Mostra Pellegrinaggi WeCa Cattolica Ecumenismo Via Passione Suor Kolbe Lisi Monasteri Suore Migranti Santuario Anniversario Missione San Professione Animatori De 75 Messaggio Spirituali Chiesa Diocesani Adorazione InDialogo Tagliaferri Clarisse Parrocchia Argentina Vescovo Radio Festa Celestino Trisulti Leone Pietà Monache Rossa Carlotta Vico Integrazione Santo Pietro Sito Catechisti Francescana Madoona Caritas Estate Cattedrale Sociali Video Pastorale Casa IRC Clausura Avoli Crucis Insegnanti Carità Pasqua Lavoro Bullismo Sisto Insiele Messa Comunità Tecchiena Lorenzo Religione Rose Annuario Solenne Unesco Presepe Pastorali Pellegrinaggio Confraternite Apparizione Famiglia Fidei Vocazionale Conti Dialogo vita Anno Teologico Unità Confraterite Santiago della Facchini Eremita Missionaria Educazione Carpineto nel Istituto Natale Servizio Ufficio Cammino Concorso Piglio Scuola Polizia Compagnie Ragazzi Ritiro Programmazione Torre Collepardo Nazionale Studenti Uno Madonna Operatori Arte Lourdes Policoro Memoria Seminarista Formazione Francesco Acuto Belloli Ricordo Catechesi Cristo S.Sisto Morolo Veglia
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu