L’Osservatorio diocesano, faro puntato sul territorio - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

L’Osservatorio diocesano, faro puntato sul territorio

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Osservatorio Diocesano ·
Tags: Osservatorio
In sei mesi di attività molteplici risultati raggiunti, tra cui la pubblicazione della guida per la comunità. Il 7 maggio l’appuntamento di Anagni con il concorso scolastico e un convegno sulla figura di don Mirani Un piccolo bilancio sul lavoro svolto e sulle esperienze vissute durante questa parte iniziale del cammino.



A sei mesi dalla nascita, l’Osservatorio diocesano 2.0 conclude la prima parte del suo percorso e con piacere condivide i due maggiori risultati di questa esperienza.

Il primo è l’ideazione del concorso scolastico “La parola fa eguali. In ricordo di don Lorenzo Milani Priore di Barbiana”, proposto alle scuole superiori del territorio, un’esperienza di progettazione che ha seguito l’attività di ricerca per il modulo “Scuola ed educazione” e che verrà presentata, con la premiazione dei vincitori, il 7 maggio alle 10.30 presso la Sala Leone XIII del Pontificio collegio Leoniano di Anagni.

Come secondo risultato si annuncia la fine del lavoro di redazione che ha visto coinvolto un gruppetto dei giovani dell’Osservatorio 2.0. A fine mese uscirà, edito da Iter edizioni, Lo sguardo oltre. Guida per la comunità della diocesi di Anagni–Alatri. Il vescovo Lorenzo Loppa ha confermato ancora una volta la sua fiducia nel lavoro dell’osservatorio scrivendo la presentazione di questo testo.

Nessuno di questi punti sarebbe stato raggiunto senza un altro importante risultato che è stato l’aver costruito lentamente, passo dopo passo, dall’inizio di questa intensa esperienza, una rete che è riuscita a coinvolgere durante le tutte le attività messe in atto.

Molte le persone che sono state intercettate dal certosino lavoro. Per molte altre che non si è riusciti a coinvolgere si spera che abbiano almeno occasione di leggere il piccolo report.

Non leggeranno i loro nomi, non troveranno le loro storie all’interno della raccolta. È questa l’occasione, quindi, per volgere a loro delle sincere scuse.

Il lavoro dell’osservatorio è stato molto difficile e lungo e si è reso necessario per forza di cose mettere un punto a questa esperienza di ricerca e mappatura del territorio.

Il pensiero va soprattutto ai gruppi religiosi e laici che animano le nostre comunità e alle associazioni di volontariato, promozione ambientale, sociale e culturale che operano sul territorio. Insieme alle scuse è questa un’occasione per lanciare una sfida e tendere la mano: sicuramente si avrà il piacere di ritrovarsi tutti al convegno (di cui ci sarà debita pubblicità) che presenterà il questo lavoro. Inoltre alcune delle risorse umane e tecnologiche che hanno accompagnato i lavori del gruppo, rimarranno disponibili per arricchire il sito dell’osservatorio, www.osservatoriodiocesianagnialatri.it, con i racconti, le analisi, le riflessioni, di chi avrà piacere di implementare la conoscenza collettiva del nostro territorio, pur con la consapevolezza che la lettura delle comunità difetterà sempre di approssimazione e relativismo.

Per ultimo una nota, non meno importante, va a quanto umanamente questa esperienza abbia arricchito chi vi ha partecipato attivamente. Sono nate interessanti collaborazioni personali e professionali, ma soprattutto amicizie che hanno avuto la capacità di sconvolgere, positivamente, le barriere dei ruoli e delle differenze. Il gruppo dell’osservatorio è nato molto eterogeneo e lo è restato lasciando i suoi componenti, però, decisamente più arricchiti e consapevoli di sè stessi.

Alcuni hanno trovato nuove vocazioni professionali nello studio e nel lavoro, altri hanno confermato le proprie, qualcuno ha trovato lavoro in questo territorio, qualcun altro ha trovato il coraggio di ricominciare altrove.

Sicuramente passare tanto tempo a osservare e a osservarci, volgendo questo sguardo oltre, ha insegnato a ritrovare la speranza, a reimparare a desiderare e a seguire i propri sogni.



Nessun commento

Articoli per mese
Tag
Madonna Santo Piglio Pitocchi Concorso Diocesano Giornata Memoria Comunità WeCa Scolastica Programmazione Radio Osservatorio Ecumenismo Famiglia Integrazione Papa Ludovici Messaggio Anniversario Festa Pastorale Monache Loppa Fidei Gismondi S.Sisto Comunicazioni Fatima InDialogo Quaresima Pastorali Cammino Santiago Fidanzati Leoniano Spirituali Madoona Vallepietra Auguri Torre Vocazioni Stranieri Santuario Tagliaferri Vescovo Catechisti Adoratrici Giovani Vivente Conti Pellegrinaggio Morolo Peregrinatio Lavori Milani Formazione Rossa Ruanda Giorgio Scuola Oratorio Fiuggi Insiele Civile Venerdì Servizio Santucci Carlotta Casa Ufficio Dialogo Natale Adorazione Avvenire Lettera Facchini Apparizione Cattedrale Agostino Vocazionale Religiose Nazionale Eremita 75 Azione anni Carità Messa Croce Parrocchia Educazione Unesco Compagnie Pietà Arte In Professione Sito nel Trevi Ospedale Francesco Rita Catechesi Presepi Uffici San Terremoto Chiesa Parrochie Ritiro Convegno Belloli Donum Missione Avoli Carpineto Suore Animatori Argentina Bullismo Monasteri Mostra Leone Ragazzi Filettino De Crocifisso Vico Confraterite Apertura Spirituale Unitalsi Diocesani Uno Don Sociali Teologico della Caritas Crismale Inizio Alatri Pietro Donna Anno Onlus Cristo Marcia Parrocchie Annuario Elezioni Trinità Cultura Vita Riposo Clausura Trivigliano Cripta Lavoro Lazio Veglia Presepe Policoro XIII Clarisse Confraternite Andrea Religione Pace Pellegrino Insegnanti Consiglio Trisulti Via Tecchiena Missioni Missionaria Istituto Polizia Diocesi Celestino Studenti Anziani Etiopia IRC Fraternità Unità Damiano Sanctis Esercizi Video Rose Lorenzo Cattolica Lisi Estate Collepardo Crucis Operatori Pellegrinaggi Anagni Migranti Passione Suor Francescana Lourdes Beato Solenne Pasqua Sisto Ricordo
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu