Il beato Conti esempio di semplicità - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il beato Conti esempio di semplicità

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Parrocchie ·
Tags: BeatoAndreaContiPiglio
Il vescovo Loppa in visita a Piglio per la festa liturgica del francescano.

La comunità di Piglio ha celebrato il primo febbraio la festa liturgica del beato Andrea Conti, con una Messa presieduta dal vescovo di Anagni–Alatri Lorenzo Loppa e concelebrata dal parroco don Gianni Macali, da padre Alessandro Pennacchio e dal diacono frate Lazzaro, alla presenza della fraternità francescana intitolata proprio al beato Conti – la più antica della diocesi – e dai numerosi fedeli.

Nel corso dell’omelia, Loppa ha richiamato i presenti a considerare le virtù del beato Conti, ma soprattutto a trarre gli insegnamenti essenziali dalla sua vita: il silenzio, il nascondimento, la preghiera, l’adesione pronta e completa al Vangelo.

Prima di lasciare il convento di San Lorenzo, autentico scrigno di fede nel quale il religioso francescano trascorse molti anni della sua vita, il vescovo Loppa ha visitato la mostra storico– iconografico–agiografica sul beato Andrea Conti, allestita nei locali dello stesso plesso sacro assieme a quella dedicata al venerabile padre Quirico Pignalberi.

Il beato Andrea Conti era ricercato da coloro che soffrivano nell’anima e nel corpo a causa del demonio; il religioso regava insistentemente Dio perché liberasse dalle ossessioni diaboliche non solo le singole persone schiave di Satana che gli venivano presentate, ma anche tutto il paese.

Il potere sui demoni concesso da Dio al beato Andrea in vita non cessò di essere sperimentato dai devoti anche dopo la morte di Conti, nel 1302, e testimoni oculari dell’epoca hanno trasmesso e lasciato traccia della potenza dei meriti straordinari di esorcista del francescano, non a caso “flagellum demoni”.

La formula che gli esorcisti hanno poi usata è stata questa : «per l’umiltà del beato Andrea, ti comando di allontanarti da codesto corpo», seguita dall’invocazione “Ora pro nobis beate Andrea” unitaall’imposizione della reliquia del suo cilizio.

Ancora oggi i fedeli si soffermano a vedere la croce, a sbarre di uguali dimensioni di circa 15 centimetri, contornata da fori di fissaggio di una grata (ora scomparsa) che era stata posta a difesa della croce stessa impressa dal beato sulla roccia per fugare il demonio.



Articoli per mese
Tag
Donna Oratorio Pastorali Vocazioni Monasteri Giorgio Crismale Anagni Crocifisso Piglio Damiano Annuario Facchini nel Papa Santucci Catechisti Quaresima Missione Religiose Santo Onlus Chiesa Ragazzi Suor Scuola Istituto Collepardo Lavoro Confraterite San Carità Vico Insiele Parrochie Missioni Adoratrici Cristo Terremoto Parrocchia Pitocchi Cultura Conti Anno Integrazione Leoniano Apparizione Spirituali Trivigliano Operatori Crucis Francescana Lavori Convegno Marcia Donum Peregrinatio Vita Fidei Via Sisto Madonna Trunità Mostra Croce Argentina In Osservatorio Etiopia Riposo Trinità Morolo Cattolica Studenti Famiglia Uffici Giornata Pellegrinaggio Sanctis Carlotta Torre Natale Agostino Beato Diocesi InDialogo Civile Solenne IRC Carpineto Presepe Religione anni Educazione Professione Uno Pietà vita Pellegrino Festa WeCa Andrea Consiglio Bullismo Rossa Seminarista Anziani Estate Lisi Scolastica Clausura Trevi Monache Rose Ritiro Sito Lazio Francescani Vivente Ufficio Unitalsi Policoro Unesco Elezioni Kolbe Azione Stranieri Fatima Passione Rita Esercizi Polizia Ecumenismo Clarisse Avoli 75 Francesco Santiago Compagnie Suore Sociali Alatri Venerdì Sacerdozio Anniversario Caritas Cattedrale Fidanzati Comunità Lorenzo Presepi Pace S.Sisto Diocesani Gismondi Unità Vescovo Lettera Avvenire Missionaria De XIII Vallepietra Auguri Parrocchie Confraternite Leone Programmazione Video Giovani Eremita Tagliaferri Messa Belloli Lourdes Cripta Ruanda Ospedale Nazionale Servizio Formazione Loppa Filettino Fraternità Apertura Santuario Veglia Fiuggi Ludovici Ricordo Don Milani Catechesi Dialogo Radio Teologico Spirituale Insegnanti Arte Animatori Casa della Messaggio Seminario Vocazionale Pastorale Diocesano Trisulti Madoona Pietro Celestino Tecchiena Acuto Cammino Adorazione Memoria Comunicazioni Pellegrinaggi Inizio Migranti Pasqua Concorso
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu