Chiesa al lavoro nella scuola: le proposte della diocesi - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

Chiesa al lavoro nella scuola: le proposte della diocesi

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Eventi ·
Tags: UfficioScuolaChiesaDiocesi
"La Chiesa per la scuola. A servizio". Ecco le due direttrici lungo le quali, sabato e domenica scorsi, presso il centro pastorale di Fiuggi, la diocesi di Anagni–Alatri ha vissuto l’annuale appuntamento del convegno pastorale. «Una buona tradizione questa di giugno – ha detto tra l’altro il vescovo Lorenzo Loppa nel saluto ai partecipanti – che ci permette di iniziare un nuovo anno pastorale decisamente più attrezzati».

Quella dell’emergenza educativa, che non è da intendersi solo come tale ma anche come possibilità di crescita, non a caso è la proposta che lo stesso monsignor Loppa sta portando avanti da anni nella sua azione pastorale.

«E allora – si è chiesto e ha chiesto il vescovo – a che punto siamo? Come Chiesa universale siamo chiamati a camminare con i giovani, in preparazione al Sinodo 2018. Come Chiesa italiana, l’invito è quello a educare alla vita buona del Vangelo, impegnandoci nella trasmissione della fede alle giovani generazioni. Come Chiesa diocesana, siamo invece chiamati a unire la comunità cristiana al mondo della scuola, a sostenere e ad accompagnare i cristiani che lavorano nella scuola e servono la crescita degli uomini e delle donne di domani».

Ecco dunque il servizio del titolo del convegno, dopo che in precdenza ci si era già messi in ascolto.

In questo decennio che il presule ha voluto dedicare all’educazione, l’ultimo anno, il 2016, ha ricordato lo stesso monsignor Loppa, «è stato connotato da una svolta molto significativa: abbiamo rimesso al centro del nostro interesse e del nostro impegno la scuola come tale e il rapporto della comunità cristiana con essa. L’intento è stato quello di riaccendere una passionenel cuore dei cristiani, qualificare di più la loro presenza nella scuola, senza nessuna velleità di proselitismo o di crociata, con un grande rispetto per le leggi e le dinamiche di un mondo che è uno scrigno di umanità, di vita, di relazioni.

Desideriamo conoscere di più la scuola, con i suoi problemi e le sue ricchezze, con le sue fatiche e le sue risorse. Amare di più la scuola, stimarla di più, attivare una pastorale diocesana della scuola e dell’educazione più efficace è quello a cui dobbiamo tendere».

E non a caso il convegno del giugno dello scorso anno ha avuto come tema “La Chiesa per la scuola. In ascolto”, per aprire «occhi e cuore alla scuola nella speranza di renderla più presente nella nostra comunità di fede, e di rendere più presente la Chiesa nella comunità scolastica attraverso la testimonianza e la missione dei suoi figli».

In questo 2017 e nell’anno che verrà, ha quindi proseguito nella sua riflessione il vescovo Loppa, «pur nel segno della continuità, altre sono le sfide, con la convocazione del Sinodo dei vescovi quanto mai provvidenziale perché incrocia il decennio di “Educare alla vita buona del Vangelo” e lo rifinisce compiendolo in maniera significativa. Tanto più che la nostra Chiesa in questo momento guarda alla scuola per sostenere i cristiani che vi lavorano e servono la crescita e la vita degli uomini e delle donne di domani.

Ci troviamo all’interno di un passaggio benedetto e felice in cui siamo chiamati a mettere in gioco noi stessi e le nostre capacità di andare verso il futuro senza disperare, ma in compagnia dei giovani. Dobbiamo provare con tutte le forze a trasformare le nostre comunità in luoghi a misura di giovani, in ambienti in cui essi possano sentire di più il respiro delle loro speranze».

E questa due giorni di Fiuggi ha offerto altri spunti di riflessione e indicazioni concrete, grazie anche alla presenza di relatori di eccezione: sabato quella di don Filippo Morlacchi, direttore dell’Ufficio per la pastorale scolastica e l’insegnamento della religione cattolica della diocesi di Roma. Domenica quella di Ernesto Diaco, direttore dell’Ufficio nazionale per l’educazione e la scuola della Cei.



Nessun commento

Articoli per mese
Tag
Rita Avoli Studenti Presepi Bullismo Sanctis Lorenzo Insegnanti Rose Parrocchie Natale Concorso Ruanda Donum Caritas Confraterite Stranieri Teologico Azione Agostino Beato Eremita Vocazionale Pasqua Ragazzi Adorazione Riposo Pellegrinaggio Lisi Cammino InDialogo Ritiro Apertura Santucci Annuario Elezioni Ecumenismo Carlotta Spirituali Donna Integrazione Belloli Vita Diocesi Vescovo Milani Lavoro Arte anni Trisulti Pellegrinaggi Cripta Sisto Clarisse Leoniano Facchini Trevi Ricordo Uffici Cattolica Crocifisso Missionaria Pellegrino Casa Sociali Inizio Formazione Santo Unità Istituto Lavori Pietro Parrocchia Crismale Operatori Lourdes Servizio Gismondi Filettino Vocazioni Fraternità Alatri Auguri Don Dialogo Trivigliano Giovani Suor Solenne Torre San Scuola Fatima Polizia Programmazione Suore Etiopia Spirituale Festa Comunità Marcia Francescana Anziani Vivente WeCa Catechisti Passione Damiano Croce Osservatorio Pace Pastorali Onlus Crucis Convegno Missione Memoria Lazio Messaggio Estate Francesco Loppa Unitalsi Andrea Ludovici Consiglio Video Anno Professione Via Compagnie della Religiose Giorgio Madonna Anagni Giornata Collepardo Leone Policoro Anniversario Cristo Diocesano Fidei Pietà Educazione Conti Vico Famiglia nel Ufficio Religione Radio Nazionale Quaresima Veglia Apparizione Messa Scolastica Rossa Catechesi Insiele Santiago Carità Animatori Venerdì Migranti 75 De Tagliaferri Morolo Parrochie Clausura Cultura Uno Diocesani Trinità Terremoto Madoona Lettera Esercizi Cattedrale XIII Mostra Santuario Chiesa IRC S.Sisto In Unesco Civile Confraternite Celestino Monasteri Avvenire Peregrinatio Carpineto Sito Missioni Oratorio Argentina Pitocchi Pastorale Papa Tecchiena Monache Adoratrici Vallepietra Comunicazioni Piglio Fidanzati Presepe Fiuggi Ospedale
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu