Sempre più forte il legame con la missione in Etiopia - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

Sempre più forte il legame con la missione in Etiopia

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Missione ·
Tags: MissioniEtiopiaVegliaMissionaria
Tre testimonianze hanno arricchito la Veglia missionaria, tenutasi il 20 ottobre nella chiesa di Santa Maria Maggiore ad Alatri. Don Pierluigi Nardi e le giovani Sabrina Atturo, di Piglio, ed Elisa Finocchio, di Anagni, hanno raccontato ai fedeli presenti la loro esperienza. Sia don Pierluigi Nardi, direttore dell’Ufficio missionario diocesano e parroco di Trivigliano e Torre Cajetani, che le due giovani, l’estate scorsa sono stati – assieme ad altri compagni di viaggio – a Robe, la cittadina dell’Etiopia dove da alcuni anni opera don Giuseppe Ghirelli, sacerdote fidei donum della diocesi di Anagni–Alatri.

Nel corso della Veglia, presieduta dal parroco di Santa Maria don Antonio Castagnacci e che ha avuto come tema “La messe è molta”, i tre testimoni hanno ripercorso il senso e l’esperienza fatta in terra etiope. «Raccontare quei giorni vissuti in Africa – sottolinea don Nardi – è stato un po’ come riviverli e continuare quel viaggio missionario. Ed è proprio quanto ci siamo prefissi come pastorale, per cercare di portare a più persone possibile il messaggio missionario. Don Giuseppe opera in un contesto assolutamente non facile, in una zona dove la presenza dei cristiani è limitata, mentre è preponderante quella islamica. Lì si tratta veramente di fare missione ogni giorno, operando una sorta di prima evangelizzazione. Anche dal punto di vista pratico, quello che fanno don Giuseppe e un suo confratello non è semplice, perché si tratta di un contesto molto povero, dove manca praticamente tutto».

E qui viene ancora una volta in soccorso la missionarietà della diocesi anagnina, che già supporta l’azione e l’operato di don Ghirelli, con una serie di donazioni e con l’invio di materiale di prima necessità, sia alimentare che sanitario. «E proprio dal punto di vista sanitario – aggiunge Nardi – c’è da fare ancora tantissimo. Adesso, ad esempio, a Robe si vorrebbe costruire un ospedale psichiatrico, per dare una speranza e un’assistenza degna a tante persone che soffrono di vari disturbi. Come Ufficio missionario diocesano siamo dunque pronti ancora una volta ad aiutare la missione etiope, come peraltro già fatto durante la Quaresima di carità di due anni fa, quando tutte le offerte ricevute vennero destinate proprio all’opera di don Ghirelli».

La prossima iniziativa è quella legata all’organizzazione di un mercatino di solidarietà, nel periodo natalizio. «Stiamo decidendo dove tenerlo e in quali giorni – continua il direttore dell’Ufficio missionario diocesano – e legheremo il tutto alla presenza di don Giuseppe, che proprio tra Natale e la fine dell’anno dovrebbe tornare nella sua Anagni per qualche giorno di riposo. Con noi, dall’Etiopia, abbiamo portato molti oggetti dell’artigianato locale e dunque pensiamo di metterli in vendita, perché l’intero ricavato torni proprio a quella gente».

Un afflato missionario che nel corso della Veglia è risuonato forte, grazie anche alle meditazioni proposte, con momenti di preghiera e silenzio per riflettere al meglio su una realtà che i fedeli della diocesi anagnina continuano a sentire molto vicina. «Una vicinanza – conclude don Pierluigi – che vuole essere sia spirituale, con il sostegno della preghiera, che materiale, proprio perché ci siamo resi conto di persona dei grandi bisogni dei nostri fratelli etiopi, molti dei quali sono costretti a vivere ancora per strada, assieme agli animali».

Va ricordato che, oltre alla permanenza nella missione di Robe, il gruppo missionario diocesano l’estate scorsa ha fatto visita anche a un centro per i poveri che le suore di Madre Teresa di Calcutta hanno aperto in Etiopia.



Articoli per mese
Tag
Famiglia Parrocchia Scolastica Natale Studenti Religiose Festa Operatori Etiopia Apparizione Alatri Polizia Giornata Don Uno Quaresima Unità Dialogo nel S.Sisto Nazionale Parrochie Esercizi Estate Auguri Seminarista Pellegrinaggio Vallepietra Migranti Servizio Trunità Integrazione Osservatorio Ospedale Annuario Formazione Clausura Ecumenismo Argentina Civile Sacerdozio Morolo Cattedrale Ruanda Santucci Missione Santuario Spirituali Pastorali Convegno Venerdì Vocazionale Avoli Lavori Catechisti Ritiro Spirituale Monache De Francescana Cattolica Diocesano Fidei Torre Vocazioni Papa Giorgio Beato Sito Programmazione Inizio Radio Rose Elezioni Professione Cammino Presepi Fiuggi WeCa Vescovo Religione Santo Diocesani Catechesi Andrea Eremita Cristo Istituto Facchini Fraternità Trivigliano Rita Pellegrinaggi Collepardo Comunità Anziani Insegnanti Conti Bullismo InDialogo Fidanzati anni Kolbe Agostino Gismondi Memoria Insiele Missioni Crucis Ricordo Francescani Scuola Pellegrino Cultura Leoniano Belloli Consiglio IRC Uffici Trisulti Pietro Tagliaferri Concorso Vivente Celestino Animatori Trinità Messaggio Mostra Diocesi Comunicazioni Carità Carlotta Croce Acuto Compagnie 75 Terremoto Trevi Donna Lorenzo vita Anniversario Riposo Fatima Educazione Parrocchie Santiago Cripta In Peregrinatio Sanctis Video Stranieri Loppa Casa Chiesa Lettera Francesco Anagni Suor Missionaria Veglia Suore Marcia Solenne Teologico Madonna Lourdes Ragazzi Monasteri Crismale Crocifisso Onlus Piglio Leone Lazio XIII Filettino Rossa Madoona Apertura Caritas Confraterite Adoratrici Giovani Donum Clarisse Confraternite Vico Ufficio Ludovici Lavoro Vita Via Arte Anno Pasqua Azione Pace San Pastorale Milani Pitocchi della Unitalsi Seminario Damiano Tecchiena Oratorio Carpineto Avvenire Pietà Sisto Passione Messa Policoro Sociali Unesco Adorazione Presepe Lisi
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu