Diocesani - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

In cammino e in missione: ecco l’estate per i giovani

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Uffici Diocesani ·
Tags: UfficiDiocesaniGiovaniVocazioni
 
Sarà una estate quanto mai “calda”, e non solo dal punto di vista meteorologico, per due gruppi di giovani della diocesi di Anagni – Alatri che, in due turni e secondo date diverse, partiranno per l’Etiopia e per Santiago de Compostela. Si tratta di una iniziativa che la Pastorale giovanile diocesana, quella vocazionale e l’ufficio missionario (coordinati rispettivamente da don Luca Fanfarillo, don Maurizio Mariani e don Pierluigi Nardi) hanno preso sotto le insegne di «Estate giovani».
Due iniziative distinte ma non separate, che hanno la freschezza di proposte inedite ma anche maturate nel vissuto diocesano di una unificazione delle pastorali in questione, come da consegna del vescovo Lorenzo Loppa, già dibattute nel Tavolo di Folgarida e poi sottolineate a più riprese in vari appuntamenti ecclesiali. Eccoci dunque alla proposta di un campo missionario in Etiopia e a quella del cammino di Santiago. Partiamo dall’esperienza africana, prevista dall’11 al 20 luglio prossimi. «Andremo – racconta don Luca – nella missione dove opera da qualche anno don Giuseppe Ghirelli, sacerdote fidei donum della nostra diocesi. Sarà lui a indicarci il lavoro da fare laggiù».
Accanto al lavoro materiale, ci saranno anche ampi spazi per la riflessione e la preghiera, in una terra che parla di Dio pur nelle sue asperità, pur nelle difficoltà di quella che è “terra di missione” non solo per un modo di dire. Una piccola grande esperienza missionaria, insomma, per tornare «missionari» anche nelle realtà di ogni giorno, nelle nostre parrocchie, nei movimenti e con i coetanei.
Nella seconda metà di agosto, invece, un altro gruppo di giovani muoverà, sempre dalla diocesi, per percorrere un lungo tratto – oltre un centinaio di chilometri – del Cammino di Santiago. «Lo faremo – anticipa don Maurizio che quelle lande ha già interamente percorse – in maniera essenziale, dormendo dove capita, nello spirito autentico dei pellegrini». Niente comodità, insomma, per vivere appieno il significato del cammino, per dare ad ogni passo il risalto e il significato che meritano. E anche da questo cammino, i giovani torneranno per ritrovarsi “pellegrini” sulle strade di ogni giorno, quelle che portano nei nostri paesi e contrade.



Articoli per mese
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu