Santiago - Vita di Comunità - Diocesi di Anagni-Alatri

Anagni Alatri
Diocesi di Anagni-Alatri
Diocesi
-
di
i nostri social
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pellegrinaggio a Santiago: il segno lasciato sui giovani

Diocesi di Anagni-Alatri
Pubblicato da in Giovani ·
Tags: GiovaniPellegrinaggioSantiago
Un piccolo drappello di uomini e donne, una grande esperienza di fede. Si potrebbe riassumere così il senso del pellegrinaggio a Santiago di Compostela voluto nelle scorse settimane dalla pastorale giovanile e da quella vocazionale della nostra diocesi.

Tre ragazzi e due ragazze, guidate da don Maurizio Mariani – parroco della Santa Famiglia ad Alatri e responsabile della pastorale vocazionale – che hanno camminato, pregato, cantato per sette giorni e sette notti lungo 165 chilometri, ovvero per gran parte del Cammino in terra di Spagna.

«È stata una bella esperienza di fede, di libertà, di provvidenza – prende subito a raccontare don Maurizio, ancora comprensibilmente entusiasta del pellegrinaggio – A ogni passo, dopo ogni tappa, era un continuo interrogarsi sul senso della propria vita. In particolare, quando siamo arrivati sulla tomba dell’apostolo Giacomo, l’amico di Dio, abbiamo pregato perché la nostra vita diventi un continuo abbandonarsi, un sentire il Suo abbraccio, quel sostegno che non ti abbandona mai».

Chiediamo a don Maurizio di spiegarci meglio, prima di riprendere il racconto, quel richiamo alla provvidenza... «Siamo andati nel periodo estivo di massima affluenza dei pellegrini, con il desiderio di vivere il Cammino proprio da pellegrini, compreso il dormire nelle strutture preposte. Non era dunque così scontato che avvenisse, ma ogni sera abbiamo sempre trovato un giaciglio.

Abbiamo fatto esperienza anche dell’essenziale, del vivere con poco. Con i ragazzi proprio in uno di quei giorni abbiamo riflettuto sul Vangelo del centuplo, con la dimostrazione lampante di come il Signore lo realizzasse anche in quella nostra piccola esperienza».

Tanti i volti incontrati lungo il pellegrinaggio «e con molti – riprende don Maurizio – ci siamo scambiati esperienze, abbiamo pregato insieme anche in lingue diverse. Di non tutti ricordiamo i nomi, forse neppure li abbiamo chiesti, perché l’importante erano i volti, quel ritrovarsi lì, per cercare Qualcuno. Il senso della libertà è stato anche questo, ovvero la possibilità di intrecciare o meno amicizie senza forzare la confidenza altrui, se vogliamo. Ma in ogni momento abbiamo avuto chiara la percezione di essere accompagnati».

Il gruppo dei cinque ragazzi, che venivano tutti da esperienze diverse in diocesi, e dunque non avevano conoscenza uno dell’altro, si è subito affiatato, compattato «e anche questo è stato molto bello – sottolinea don Mariani – perché hanno legato tra loro e fatto tesoro di qualsiasi esperienza incontrata lungo il cammino, anche nelle difficoltà».

Un pellegrinaggio che non si può certo dire esaurito ai nove giorni, compresi quelli del trasfert da e per la Spagna, di questa esperienza, tutt’altro: ai giovani partecipanti, come peraltro era nelle premesse dell’iniziativa e nell’intento di lavorare insieme al meglio tra le varie pastorali diocesane, verrà ora chiesto in qualche modo di continuare il pellegrinaggio anche in terra di Anagni–Alatri, nelle rispettive parrocchie o gruppi.

«L’altro giorno, ad esempio, don Cristoforo, parroco di Collelavena, ci ha invitati a fare una testimonianza ai giovani della sua contrada e due dei partecipanti al pellegrinaggio sono andati per raccontare l’esperienza, trovando molto interesse nei loro coetanei».

Una esperienza che fa il paio con quella vissuta, sempre nell’estate appena trascorsa, da altri ragazzi della nostra diocesi che si sono recati invece in Etiopia, per un campo missionario guidato da don Pierluigi Nardi sui luoghi del servizio di don Giuseppe Ghirelli, sacerdote fidei donum. Anche questa un’iniziativa positiva, ma avremo modo di riparlarne.



Articoli per mese
Tag
Estate Uffici Carpineto Adoratrici Leone Quaresima De InDialogo Fraternità Seminario Collepardo Morolo Adorazione Rossa Policoro Loppa Facchini Insegnanti Torre S.Sisto Messaggio Stranieri Leoniano Missioni Vivente Presepe WeCa Santuario Confraternite Ritiro Annuario Clarisse Missionaria Donna Anagni Compagnie Festa Belloli Chiesa Pellegrino Ecumenismo Suor Cattedrale 75 Carlotta Bullismo Ludovici Insiele Crucis Cripta Lavori Vallepietra Uno Fidei Cammino Monache Catechisti Tecchiena Pietà Pietro Comunità Anno Donum Pace Formazione Apertura Famiglia Migranti Ufficio Santo Vescovo Pastorale Rita Ospedale Elezioni Animatori Milani Trivigliano IRC Nazionale Onlus Vico Comunicazioni Confraterite Unità San Alatri Peregrinatio Programmazione Trunità Trinità Papa Croce Marcia Eremita Filettino Sanctis anni Veglia Integrazione Spirituale Argentina Celestino Giorgio Via nel Parrochie Messa Religione Diocesano Pasqua Crismale Pellegrinaggi Vocazionale Cultura Lisi Fidanzati Giornata Sisto Servizio Trevi Lourdes Conti Istituto Religiose Memoria Fiuggi Don Terremoto Unitalsi Scolastica Consiglio Santucci Madoona Damiano Vita Rose Esercizi Santiago In Trisulti Ragazzi Unesco Sito Suore Convegno Sociali Professione Radio Francesco Scuola Francescana Gismondi Clausura Spirituali Apparizione Catechesi Lorenzo Auguri Operatori Anniversario Carità Giovani Anziani Passione vita Pellegrinaggio Concorso Casa Teologico Cristo Ruanda Pastorali Azione Polizia Diocesani Solenne Tagliaferri Vocazioni Osservatorio Video Cattolica Natale Riposo Ricordo Piglio Pitocchi Etiopia Parrocchie Dialogo Avvenire Parrocchia Oratorio Beato Lavoro Venerdì Monasteri Arte Civile Educazione Avoli Andrea Agostino Diocesi Missione XIII Madonna Studenti Lettera Presepi Crocifisso Fatima Mostra Inizio Caritas della Lazio
a cura dell'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Torna ai contenuti | Torna al menu