“Una firma che fa bene”: l’importanza dell’8xmille alla Chiesa cattolica

Torna domenica 5 maggio la Giornata nazionale dell’8xmille alla Chiesa cattolica, con lo slogan “Una firma che fa bene”, per ricordare ai fedeli che il sostegno economico della Chiesa è affidato a loro e che la firma per la destinazione dell’8xmille del gettito Irpef è uno degli strumenti essenziali. «Una comunità cresce ed è viva quando può contare sul contributo di ciascuno – ricorda monsignor Ivan Maffeis, presidente del Comitato per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica –: la corresponsabilità passa anche dalla firma sulla dichiarazione dei redditi, che esprime appartenenza, fraternità effettiva e condivisione». Nel 2023 sono stati assegnati oltre 243 milioni di euro per interventi caritativi (di cui 150 destinati alle diocesi per la carità, 13 ad esigenze di rilievo nazionale di cui circa la metà destinati a Caritas e 80 per i Paesi più poveri). Ci sono poi 403 milioni di euro per il sostentamento degli oltre 32 mila sacerdoti che si spendono a favore delle comunità. E oltre 352 milioni di euro per esigenze di culto e pastorale, compresa la tutela dei beni culturali ed ecclesiastici. La firma non costa nulla al contribuente: chi presenta il 730, chi presenta il modello Redditi, ma anche chi possiede unicamente redditi di pensione, di lavoro dipendente o assimilati e non è obbligato a presentare alcuna dichiarazione. Anche questi ultimi, infatti, possono esprimere la propria preferenza per l’8xmille.

Nominati i membri della Commissione Beni culturali e Edilizia di culto

Il vescovo Ambrogio Spreafico ha nominato, a far data dal 1° marzo e “ad triennium”, i membri della Commissione Beni culturali e Edilizia di culto nelle persone di: don Maurizio Mariani, dottoressa Federica Romiti, monsignor Claudio Pietrobono, don Marcello Coretti, ingegner Fernando Flori, dottor Antonio Agostini.

Museo diocesano di Alatri: questi i membri del Comitato scientifico

Il vescovo Ambrogio Spreafico ha nominato, a far data dal 25 marzo e “ad triennum”, i membri del Comitato scientifico del Museo diocesano di Alatri nelle persone di: don Italo Cardarilli, professor Mario Ritarossi, dottoressa Maria Elena Catelli, dottor Luca Attenni.

Nominato il nuovo Economo diocesano

Il vescovo Ambrogio Spreafico ha nominato, a far data dal 1° aprile e “ad quinquennium”, il nuovo Economo diocesano nella persona del dottor Stefano Ambrosi. Succede al ragioniere Giorgio Iafrate, al quale vanno i più cordiali ringraziamenti per l’attento lavoro svolto in questi anni. Nel Consiglio diocesano per gli Affari Economici al posto di Stefano Ambrosi entra il signor Roberto Boccitto.

Mons. Spreafico nomina il nuovo Consiglio Pastorale

Il 17 gennaio scorso il vescovo Ambrogio Spreafico ha nominato il Consiglio pastorale diocesano che risulta essere così formato: LAICI ELETTI Foranie di Alatri: Forania di Anagni: Forania di Fiuggi: Membri ex officio Tre membri del presbiterio Rappresentante USMI nella persona di Suor Alexandra DE OLIVEIRA

Uffici diocesani: ecco le nuove nomine

Queste le nuove nomine per alcuni Uffici diocesani, decise dal Vescovo monsignor Ambrogio Spreafico e  a decorrere dal 1° dicembre 2023:     Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia: Don Marcello Coretti, direttore Ufficio scuola: Maria Elena Tagliaboschi, direttore Membri della Commissione Scuola diocesana: Maria Elena Tagliaboschi (direttore); Fausto Martufi (segretario); Stefano Santonico, Maria Adiutori; Silvia Anielli; Emanuela Sabellico; Maria Pia Ippoliti Caritas diocesana – Ufficio Migrantes e Pastorale sociale e del lavoro: don Antonio Castagnacci e Piergiorgio Ballini, co-direttori. Delegato diocesano per le Confraternite: don Raffaele Tarice Ufficio per la cooperazione missionaria tra le Chiese: Don Roberto Martufi, direttore Pastorale vocazionale: Don Pierluigi Nardi, direttore Pastorale giovanile: Don Luca Fanfarillo, direttore Unitalsi: Don Francesco Frusone, assistente diocesano Azione Cattolica: Don Rosario Vitagliano, assistente diocesano Consiglio diocesano per gli affari economici: Don Marcello Coretti, Marco Coccia, Stefano Ambrosi,  Renata Frattale, membri. Vicari foranei: don Luigi Battisti (Vicaria di Alatri), don Marcello Coretti (Vicaria di Anagni) e don Antonio Castagnacci (Vicaria di Fiuggi)

Gli avvicendamenti dei parroci in diocesi

Al termine della prima giornata dell’assemblea pastorale diocesana, sono stati annunciate le nomine di alcuni nuovi parroci. «Il Vescovo Ambrogio Spreafico – ha detto il vicario generale della diocesi mons. Alberto Ponzi prima di dare lettura delle novità – vuole sacerdoti contenti e disponibili, non impone nulla, ma ascolta e chiede la disponibilità dei sacerdoti stessi. E così gli incontri che ha avuto, prima di prendere queste decisioni, sono stati sereni e proficui, raccogliendo tanta disponibilità da parte dei sacerdoti, pur considerando le sofferenze che ogni cambiamento può portare a qualche sacerdote e alle comunità servite per tanti anni. Quella della nostra diocesi è una bella realtà, con tanti laici impegnati e il servizio di religiosi e religiose, ma purtroppo noi preti diocesani siamo pochini e allora, con questa decisione, si è cercato di venire incontro a tutte le comunità». Il vescovo Ambrogio dal canto suo ha confermato il quadro dipinto da don Alberto Ponzi, ringraziandolo anche del sacrificio da questi fatti nel rinunciare alle comunità di Fiuggi «ma ho bisogno del suo consiglio e che mi stia vicino come vicario generale». Don Ponzi resterà anche rettore del santuario della Santissima Trinità di Vallepietra. Questi dunque i cambiamenti: Padre Enzo Maria Francesco Iannaccone parroco di Regina Pacis in Fiuggi; Padre Herculano Ramos da Cruz vicario parrocchiale Regina Pacis in Fiuggi; Padre Luca Genovese rettore chiesa San Francesco in Alatri; Don Antonio Castagnacci parroco San Pietro Apostolo, Santa Teresa, Santo Stefano e Santa Maria del Colle in Fiuggi; Don Antonello Pacella amministratore parrocchiale di Santa Maria del Carmine in Tecchiena e San Valentino in Monte San Marino; Don Fabio Massimo Tagliaferri parroco Santa Famiglia in Alatri; don Giorgio Tagliaferri parroco delle parrocchie di Guarcino e resterà parroco di Tecchiena Castello; don Francesco Frusone parroco delle parrocchie di Acuto; don Edoardo Sisto Pomponi vicario parrocchiale di Santa Maria del Carmine in Tecchiena di Alatri; Padre Efrain Mora Garcia delegato per la vita consacrata; Don Roberto Martufi vice cancelliere diocesano.