Mons. Attilio Adinolfi

ADINOLFI mons: Attilio

Mons Attilio Adinolfi, vescovo di Anagni dal 1931 al 1945 salvò nel mese di marzo 1944, 28 persone dalla fucilazione di cui tre di Anagni e venticinque ostaggi di Piglio tutti indenni per il suo eroico intervento.Ad Anagni “una targa marmorea situata nel liceo “Bonifacio VIII” di Anagni ricorda le gesta di Mons. Adidolfi, nativo di Albano Laziale, che si offrì vittima per evitare la fucilazione dalla repressione dell’invasore”.A Piglio la tanto sospirata grazia da parte del maresciallo Kesserling arrivò pochi istanti prima che il plotone di esecuzione si avviasse con dieci ostaggi e raggiungesse il luogo della esecuzione capitale, grazie all’interessamento di Mons. Adinolfi, del padre gesuita Hiemer, professore al Pontificio Collegio Leoniano di Anagni, e di don Filippo Passa che si adoperarono presso quelle autorità negli alti comandi tedeschi di Roma a chiedere salvezza e strappare alla morte giovani innocenti.

Giorgio Alessandro Pacetti