Progetto Caritas: la graduatoria provvisoria

Di seguito si rende nota la graduatoria provvisoria del progetto “Sosteniamoci e progettiamo” della Caritas diocesi Anagni-Alatri, per il bando di Caritas italiana del 22 dicembre 2023.

Caritas e Pastorale giovanile impegnate nella raccolta alimentare

All’insegna di quella Quaresima di carità che in tutte LE settimane di avvicinamento alla Pasqua ha spinto le comunità parrocchiali diocesane a farsi prossime ai bisogni degli altri, così come auspicato dal vescovo Ambrogio Spreafico, sabato 23 marzo si è tenuta una giornata speciale di raccolta alimentare, organizzata dalla Caritas di Anagni-Alatri e con il supporto dei ragazzi della Pastorale giovanile diocesana. Davanti a tanti supermercati, nei giorni recedenti la raccolta già segnalati con degli appositi manifesti colorati, si sono così ritrovati numerosi volontari, di tutte le età, per raccogliere e sistemare le donazioni fatte da tante persone, sensibili e sensibilizzate verso l’aiuto a quanti spesso non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena o a far fronte alle più elementari esigenze pratiche (bollette, istruzione dei figli, ecc) per la conduzione di una normale vita familiare. «La raccolta alimentare è andata abbastanza bene – racconta soddisfatto Piergiorgio Ballini, responsabile della Caritas diocesana – Molta gente si è fermata per donare, lasciando beni di prima necessità e non deperibili nei carrelli che abbiamo lasciato fuori dai supermercati che hanno aderito all’iniziativa e che ancora una volta ringraziamo per la disponibilità. Tutti gli alimenti sono stati raccolti e sono già in distribuzione alle varie Caritas parrocchiali, secondo le rispettive esigenze che ci hanno comunicato. Una parte di questi beni alimentari verrà invece destinata all’emporio solidale, che si troIn azione volontari Caritas e tanti giovani delle parrocchie va alle porte di Fiuggi venendo da Alatri, e al Centro Caritas che nelle prossime settimane apriremo ad Anagni, nei locali delle suore del Preziosissimo Sangue, nei pressi di Porta Cerere». Se la generosità delle persone anche questa volta non si è fatta attendere, è anche vero che, in generale, occorre fare uno sforzo ancora maggiore, perché, come rimarca Ballini «le esigenze sono aumentate e purtroppo continuano ad aumentare: sono sempre più numerose le singole persone e soprattutto le famiglie che si rivolgono alla Caritas diocesana o a quelle parrocchiali per ricevere almeno un pacco, perché impossibilitate pure a fare una normale spesa. Tanta gente è rimasta senza lavoro e purtroppo con scarse possibilità di trovarne un altro, a causa dell’età. Molti vivono in situazioni economiche comunque precarie, perché in cassa integrazione o con stipendi troppo bassi rispetto all’aumento del costo della vita. In tanti non riescono a far fronte alle spese sanitarie oppure hanno difficoltà anche nell’acquisto dei libri per far studiare i figli. E poi c’è un capitolo a parte, e che stiamo riscontrando sempre più come allarmante, che è quello delle bollette per le utenze domestiche o per mandare avanti attività commerciali e artigianali: energia elettrica e gas sono di nuovo fortemente aumentate e molta gente viene da noi per chiedere un aiuto per pagare le bollette ed evitare così il distacco di luce o gas. Noi facciamo quello che possiamo ma, ripeto, le urgenze sono sempre di più, anche perché in tanti confidavano su incentivi vari, come il reddito di cittadinanza, che ora sono venuti a mancare». E dalla Caritas diocesana non nascondono un altro, grande problema: «Sta diminuendo anche il numero delle persone generose che hanno sempre donato. Diciamolo chiaramente: sono tempi difficili per tanti e se prima potevi permetterti di donare cento, adesso devi ridurre a cinquanta o a dieci. Speravamo che dopo la pandemia la situazione potesse normalizzarsi, ma così non è stato». Alla raccolta, come detto, hanno partecipato anche tanti ragazzi volontari: «La loro risposta e l’entusiasmo che hanno portato – commenta a tal proposito don Luca Fanfarillo, responsabile della Pastorale giovanile diocesana – è stato senza dubbio buona, soprattutto in alcuni centri della diocesi, e dunque si tratta di qualcosa da ripetere. Tutto però si può e si deve migliorare e, in tal senso, è auspicabile un maggior coinvolgimento delle varie comunità parrocchiali perché a loro volta coinvolgano i giovani in questo slancio di solidarietà».

Servizio Civile, nuove convocazioni

Servizio Civile Universale Bando 2023 Convocazione procedure selettive I candidati sotto elencati sono convocati per le procedure selettive al Bando di Servizio Civile Universale del 22 dicembre 2023. La presente comunicazione equivale a convocazione ufficiale alle procedure selettive Si avvisa che il calendario dei colloqui potrebbe subire variazioni. Si invitano pertanto tutti i candidati a monitorare quotidianamente questa pagina. Ogni candidato è tenuto, pena esclusione, alla presenza a tutti e due gli appuntamenti. 1) Corso Informativo e Dinamiche di Gruppo Mercoledi 03 Aprile 2024 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 ONLINE SU PIATTAFORMA ZOOM da seguire presso gli uffici della Caritas Diocesana di Frosinone Veroli Ferentino in viale Volsci 105. A seguire alle ore 13,30 colloquio individuale in presenza. Sono convocati i seguenti candidati: COGNOME NOME LINUCCI CATERINA *Si consiglia di contattare preventivamente la sede per esporre eventuali difficoltà. ​ Si ricorda che la mancata presentazione del candidato alla giornata del 03 APRILE 2024, equivale a rinuncia da parte dello stesso e pertanto non potrà presentarsi alla fase successiva (COLLOQUI INDIVIDUALI). Tutti i candidati sono invitati a rispettare al massimo la puntualità. Le spese di viaggio per raggiungere la sede di selezione è a totale carico del partecipante. Per eventuali comunicazioni o necessità di chiarimenti si può contattare i seguenti Uffici della Caritas diocesana di Anagni Alatri. CONTATTO SEDE: 0775 514214 – 3204111451 (Comunicazione pubblicata il 23 Marzo 2024 alle ore 7:30)

I ragazzi della media di Trivigliano al Centro Caritas “l’altra spesa”

Giovedì 21 marzo gli alunni della classe 2 media di Trivigliano, accompagnati dai docenti Valentina Cardinale, Agostina Agostini e Gabriele Ritarossi, hanno visitato il Centro diocesano Caritas “l’altra spesa “ e vissuto una mattinata di volontariato, sistemando il cibo organizzando gli scaffali dell’emporio e ascoltando l’intervento del direttore Caritas diocesano Piergiorgio Ballini. I ragazzi hanno potuto riflettere sull’importanza della solidarietà e dell’aiuto al prossimo, soprattutto in questo tempo di Quaresima e di carità e considerando che la nostra diocesi, su indicazione del vescovo Ambrogio Spreafico, ha impostato questo periodo forte dell’anno liturgico proprio su una Quaresima di carità. Erano presenti anche alcuni ragazzi del Servizio civile e dell’Unitalsi che si sono uniti in una mattinata di relazioni umane e di lavoro. L’iniziativa è stata inserita nel percorso di educazione civica dalle discipline di Lettere e Religione cattolica della scuola. I ragazzi sono stati poi raggiunti anche dal parroco di Trivigliano don Rosario Vitagliano. Al termine della mattinata, Piergiorgio Ballini ha così dichiarato: «Credo che in una società dove si è proiettati verso l’IO, in una società dove i bambini, gli adolescenti sono sempre più attratti da un mondo virtuale e asettico, una delle strade da percorrere insieme sia quello del servizio. Saper alzare lo sguardo verso il prossimo, avere la voglia di sporcarsi le mani e mettersi a disposizione di una società che ha bisogno di attenzione, amore e ascolto. Il servizio nella Caritas fa riscoprire il dono della gratuità … è bello donare senza aspettative… è bello scoprire che il messaggio che il mondo oggi vuole darci, che non si fa niente per niente non sia affatto vero! Grazie alla scuola media di Trivigliano e ai docenti che hanno voluto questa iniziativa creando una relazione e una rete con gli insegnanti e la scuola che è importante costruire. Giovedì è stato fatto il primo passo». Nelle foto, alcuni momenti della giornata

Quaresima di carità: sabato 23 la raccolta alimentare Caritas e Pastorale giovanile

Nell’ambito della Quaresima di carità 2024, attraverso la quale la Caritas della diocesi di Anagni-Alatri intende dare un aiuto concreto a tante famiglie in difficoltà, sabato 23 marzo ci sarà una raccolta alimentare straordinaria in molti supermercati dei vari centri del territorio diocesano. I supermercati che aderiscono saranno facilmente riconoscibili dalla seconda locandina che qui pubblichiamo di seguito e dunque… occhio a trovarli, come ci invita a fare la prima locandina: basta davvero poco per aiutare chi è in difficoltà. Quest’anno, inoltre, insieme ai volontari della Caritas è prevista la mobilitazione anche di tanti ragazzi della nostra Pastorale giovanile diocesana, per cui davanti ai supermercati potete trovarli, intenti a raccogliere le donazioni di alimenti non deperibili. Laddove non saranno presenti i volontari Caritas o i giovani, ci saranno comunque degli appositi carrelli della spesa per lasciare le donazioni alimentari. Nei giorni successivi alla raccolta, i pacchi di alimenti verranno distribuiti alle singole Caritas parrocchiali per i bisogni delle famiglie che assistono.

Servizio Civile Universale: ecco le convocazioni dei candidati

Servizio Civile Universale Bando 2023 Convocazione procedure selettive I candidati sotto elencati sono convocati per le procedure selettive al Bando di Servizio Civile Universale del 22 dicembre 2023. La presente comunicazione equivale a convocazione ufficiale alle procedure selettive. Si avvisa che il calendario dei colloqui potrebbe subire variazioni. Si invitano pertanto tutti i candidati a monitorare quotidianamente questa pagina. Ogni candidato è tenuto, pena esclusione, alla presenza a tutti e due gli appuntamenti. GIOVEDI 14 Marzo 2024 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso la Curia Convocazione per tutti i progetti messi a bando della Diocesi di Anagni-Alatri Sono convocati i seguenti candidati:   COGNOME NOME 1 GIROLAMI ALESSANDRA 2 MASSIMIANI CHIARA 3 TERRINONI LEONARDO 4 TERRINONI SIMONE *Si consiglia di contattare preventivamente la sede per esporre eventuali difficoltà. 2) Colloquio individuale LUNEDI’ 18 MARZO 2024 – PRESSO Centro Pastorale Diocesano – Diocesi di Anagni – Alatri-  Via dei Villini, 82, 03014 Fiuggi FR COGNOME NOME Orario colloquio GIROLAMI ALESSANDRA 11:00 MASSIMIANI CHIARA 11:00 TERRINONI LEONARDO 11:00 TERRINONI SIMONE 11:00 Si ricorda che la mancata presentazione del candidato alla giornata del 14 MARZO 2024, equivale a rinuncia da parte dello stesso e pertanto non potrà presentarsi alla fase successiva (COLLOQUI INDIVIDUALI). Tutti i candidati sono invitati a rispettare al massimo la puntualità. Le spese di viaggio per raggiungere la sede di selezione è a totale carico del partecipante. Per eventuali comunicazioni o necessità di chiarimenti si può contattare i seguenti Uffici della Caritas diocesana. CONTATTO SEDE:  0775 514214 – 3204111451

Servizio civile con la Caritas: ecco il progetto della diocesi di Anagni-Alatri

Il progetto si colloca in linea con la cornice generale del programma “La rete della Carità 2023 – Lazio ”, condividendo le sfide sociali di cui esso si fa promotore e attraverso la sua azione si cerca di contrastare le diverse forme di emarginazione sociale presenti ed evidenti sul territorio oggetto di progettazione, rispondendo alle sollecitazioni degli obiettivi 1 e 3 dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, collocando il suo ambito di azione nel “Sostegno, inclusione e partecipazione delle persone fragili nella vita sociale e culturale del Paese”. L’intento principale è quello di riuscire a dare una prima risposta a situazioni di estremo disagio, attraverso l’ascolto delle persone, istaurando un rapporto di fiducia, affinché la persona si senta libera di essere sé stessa e di raccontar      ci i propri bisogni. “Vorremmo provvedere – fanno sapere dalla Caritas diocesana – alla distribuzione di beni di prima necessità, vestiario e necessità sanitarie e burocrati      che. Vorremmo progettare, in base alle esigenze delle persone dei percorsi per progettare il loro futuro, percorsi di reinserimento lavorativo e percorsi di reinserimento sociale. Un progetto che vuole essere al passo con i tempi, raccogliendo le esigenze dei tempi, facilitando l’inclusione. Partire da quello che già offriamo per poter migliorare i nostri servizi e integrarli in modo puntuale ed efficace”. SUL MANIFESTO TROVATE TUTTI I RIFERIMENTI UTILI PER CHIEDERE ULTERIORI INFORMAZIONI E L’INDICAZIONE DEL SITO INTERNET PER SCARICARE IL BANDO

La preghiera di Mons. Spreafico per la Giornata dei poveri 2023

In occasione della Giornata mondiale dei poveri, del 19 novembre 2023 il vescovo Ambrogio Spreafico ha composto una preghiera (la trovate in questo post) che è stata letta durante le varie celebrazioni. A livello interdiocesano la Giornata, presieduta dal vescovo Spreafico, si è tenuta presso il Santuario della Madonna della Neve a Frosinone.

Fiuggi: musical e solidarietà all’insegna di San Francesco

Grande successo per il musical “San Francesco. Storia di un padre” che la compagnia “Tra sogno e realtà” ha portato in scena proprio nella serata del giorno della festa del poverello di Assisi, mercoledì 4 ottobre, al teatro comunale di Fiuggi. Tutto esaurito per un evento benefico organizzato dall’associazione culturale parrocchiale che ha lo stesso nome della compagnia teatrale, dalla Caritas diocesana e con il patrocinio del Comune di Fiuggi e dell’assessorato comunale ai servizi sociali. Tra i presenti in sala anche il vescovo Ambrogio Spreafico, nonché don Antonio Castagnacci, da pochi giorni nuovo parroco a Fiuggi nelle chiese di San Pietro, Santa Teresa, Santo Stefano e Santa Maria. Il Vescovo ha accolto e salutato con tanta gioia tutti i presenti e con un’emozione particolare i membri della famiglia siriana arrivata da poco in Italia grazie ai Corridoi umanitari della Comunità di Sant’Egidio e ospitata proprio a Fiuggi grazie alla Caritas diocesana. Lo spettacolo su Francesco d’Assisi ha saputo narrare in tutte le varie sfaccettature la vita del grande santo. Un musical coinvolgente, di buona qualità, dove la ricerca stilistica, la cura degli arrangiamenti, delle musiche, degli effetti sonori e delle coreografie ha conquistato il pubblico che ha ripetutamente dimostrato il suo calore con applausi a scena aperta. Un evento che sicuramente ha permesso di raggiungere l’obiettivo di supportare le attività benefiche della Caritas, donando al contempo una serata all’insegna della gioia, della serenità e della fratellanza, nel solco di quel rendere tutti veramente fratelli, secondo il dettato francescano evidenziato anche dal musical. di Emanuela Sabellico