Cerca
Close this search box.

A Fumone famiglie e anziani in festa

19 Dicembre 2023

A Fumone famiglie e anziani in festa

In certe occasioni basta poco affinché quello che si fa diventi un momento indimenticabile. Poi quando a quel poco si aggiunge la collaborazione tra diversi enti, cosa non sempre scontata, il risultato rasenta la perfezione. Questo è il mix che domenica 11 dicembre ha permesso la buona riuscita della festa della famiglia e dell’anziano a Fumone. Festa nata per una banale e non voluta concomitanza di idee tra parrocchia e comune; tutti e due intenzionati a fare un pranzo a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro: la parrocchia per le famiglie; il comune con gli anziani e membri delle loro famiglie. Il buon senso ha voluto che i due eventi confluissero in uno solo e si è avviata la macchina per organizzare una grande festa della famiglia e dell’anziano. Oltre trecentocinquanta persone hanno partecipato all’evento svoltosi in una tendostruttura montata per l’occasione alla Mola nel campo polivalente grazie alla collaborazione di volontari. Alcuni membri del centro anziani del comune hanno provveduto ad organizzare l’ottimo pranzo che è stato servito:

La pro loco e la parrocchia si sono messe in azione con i volontari i collaboratori e i giovani provvedendo all’ambientazione, al servizio ai tavoli e all’animazione della giornata. Una giornata passata in allegria e spensieratezza come in famiglia! Perché alla fine questo si è se ci se mette insieme: una grande e bella famiglia dove ciascuno ha il suo ruolo e fa la sua parte. La celebrazione della III domenica di Avvento, domenica detta Gaudete (della Gioia), è stata presieduta, all’interno della struttura, dal Vescovo Lorenzo Loppa, amministratore apostolico della nostra Diocesi. Un’occasione per la grande famiglia di Fumone per ringraziarlo per il servizio svolto in questi anni e salutarlo! Durante l’omelia il vescovo ha sottolineato che momenti come quello organizzato a Fumone sono un’occasione da non lasciarsi scappare e da incentivare perché fanno più di molti incontri e di molte parole. Essendo a ridosso del Natale ovviamente non poteva mancare un’attenzione ai molti bambini presenti e, nel primo pomeriggio, Babbo Natale ha preso parte alla festa. Egli, dopo essersi prestato a fare diverse foto con grandi e piccini, ha ritirato le letterine che i bambini gli hanno scritto e le ha portate con sé. Una giornata ricca di sorrisi e di allegria, fatta di poche cose che lasciano il segno come nelle più classiche famiglie. Una giornata per stare insieme senza troppi fronzoli, intorno ad un tavolo con del buon cibo, una buona compagnia e un po’ di allegria. Una giornata che ha dimostrato quanto sia proficuo quando si mettono insieme le forze e quando le forze messe insieme sono quelle di istituzioni o enti, civili e religiosi, non deve esistere né ideologia, politica o religiosa, né desiderio di supremazia; deve esserci solo il desiderio del bene comune e dello stare insieme come famiglia. Questo il pensiero che ha guidato e che è stato sottolineato sia dal sindaco Matteo Campoli sia dal parroco partendo dall’invito fatto alla comunità e ricordandolo durante la giornata.

Don Roberto Martufi

*******

Ti potrebbe interessare

La Giornata dei giovani e quello zaino da riempire con l’essenziale…

Leggi tutto

Ad Alatri e Anagni due strutture per il “dopo di noi”

Leggi tutto

Prepararsi alla maturità, con un desiderio nel cuore. A Fiuggi 50 giovani da tutto il Lazio

Leggi tutto

“Questa è casa tua”: famiglie in festa con l’Azione Cattolica

Leggi tutto

Giornata dei giovani: all’Acquapark con il vescovo Ambrogio

Leggi tutto