Cerca
Close this search box.

E’ bello stare insieme: il vescovo Ambrogio in visita alle “parrocchie in comunione con Maria”

19 Dicembre 2023

E’ bello stare insieme: il vescovo Ambrogio in visita alle “parrocchie in comunione con Maria”

La bellezza dello stare insieme, di fare Chiesa nella comunione, di mettere tutti al centro senza escludere nessuno: sono questi i concetti cardine che il vescovo Ambrogio Spreafico ha richiamato nel tardo pomeriggio di martedì 13 giugno, celebrando Messa nella chiesa Maria Santissima del Rosario della contrada di Mole Bisleti, a Tecchiena di Alatri, nell’ambito della visita alle “parrocchie in comunione con Maria”, ovvero a quell’unità pastorale formata anche dalle parrocchie di Laguccio, Pignano, Sant’Emidio e dalla cappellania di Basciano.

E’ stato un abbraccio semplice ma sentito quello che la gente di queste contrade, che si spingono fino ai confini con Frosinone e Veroli, ha rivolto al Pastore, che ha ricambiato con la cordialità e l’attenzione di sempre, anche nel colloquio che è scaturito dopo la Messa e fermandosi a dialogare con i fedeli.

Nel corso dell’omelia, come detto, monsignor Spreafico ha fatto ampio riferimento proprio a quell’unità di intenti, anche pastorali, che il parroco delle 4 comunità, don Luca Fanfarillo, sta portando avanti, insieme agli operatori pastorali. In un mondo in cui c’è sempre più bisogno di abbattere i muri, di dire no alle divisioni, di costruire così la pace, ha quindi rimarcato il presule, il camminare insieme da parte di queste comunità parrocchiali è di certo un buon esempio. Così come l’attenzione rivolta a tutti, dagli anziani ai giovani. E Spreafico non ha mancato di incoraggiare proprio anche i giovani, presenti in buon numero e che hanno già dato il via alle attività estive ed oratoriali delle quattro parrocchie. Al termine della Messa, concelebrata da don Luca Fanfarillo e dal diacono Giovanni Straccamore, il vescovo si è poi intrattenuto anche in un momento conviviale, altrettanto bello, con tanti fedeli.

Le quattro parrocchie contano in totale circa 6.000 fedeli e hanno in comune la dedicazione a Maria, così come è stato illustrato al vescovo: “La devozione a Maria che viviamo nelle nostre zone, in modo particolare durante le feste patronali, ma anche nel mese di maggio, con la recita del rosario nelle diverse zone del territorio, è stato il primo collante per iniziare a camminare insieme; come Maria, anche noi fedeli abbiamo voluto dire il nostro sì alla nuova realtà che si sta creando e che richiede, per crescere, la collaborazione attiva di tutti. Si può dire che, a modo nostro, abbiamo vissuto un anticipo del percorso sinodale che sta caratterizzando la Chiesa: ci caratterizza la decisione di camminare insieme e di passare, da quattro realtà distinte ad una unica, cercando, comunque, di rispettare la storia, le ricchezze e le particolarità delle singole comunità. Il nostro sinodo ha come luogo privilegiato il Consiglio Pastorale, formato da rappresentanti di tute le parrocchie; il Consiglio Pastorale è luogo di ascolto reciproco e di attenzione sia delle attese dei fedeli sia di ciò che accade nel territorio; luogo di corresponsabilità, in cui cerchiamo di prendere insieme decisioni, utili per il nostro cammino e ci impegniamo a renderle concrete; luogo anche di formazione continua, di maturazione per poter diventare cristiani credenti e credibili”.

Da qui scaturiscono alcune scelte pastorali ben precise, così riassunte ancora al vescovo: la centralità della Liturgia e della Parola, il sentire la Chiesa come popolo, e popolo di famiglie; la cura nel catechismo dei bambini e dei ragazzi, accompagnati anche con l’oratorio; l’attenzione ai bisogni degli anziani, dei poveri, dei malati, dei deboli, delle persone sole; le feste patronali sobrie ma allo stesso tempo particolarmente sentite nella preparazione e poi nello svolgimento.

Igor Traboni

 

*******

Ti potrebbe interessare

Inaugurati a Fumone i locali per l’attività pastorale e la canonica

Leggi tutto

Sul Viglio e sulle orme di Frassati la “Festa della Croce”

Leggi tutto

Tempo di campi estivi: Gorga e Sgurgola

Leggi tutto

Il vescovo in visita al Centro estivo “Al Sicomoro” di Fiuggi

Leggi tutto

Non lasciamo sole le famiglie che vivono il dramma di un suicidio: incontro a Laguccio

Leggi tutto