Cerca
Close this search box.

Sogni e aspettative dei giovani in un convegno delle diocesi del Lazio

19 Dicembre 2023

Sogni e aspettative dei giovani in un convegno delle diocesi del Lazio

Lunedì 13 marzo, presso la Fraterna Domus di Sacrofano, si è tenuto il convegno delle diocesi del Lazio organizzato dalla Commissione Ecumenismo e Dialogo, con la collaborazione della Commissione e la Pastorale Scolastica e dell’insegnamento della religione cattolica che ha avuto come tema principale le giovani generazioni, i sogni e le aspettative, soprattutto in questo periodo in cui la pace sembra un sogno. Dopo l’accoglienza da parte di monsignor Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo e vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e di Anagni-Alatri, monsignor Marco Gnavi ha moderato l’incontro che ha visto presenti rappresentanti delle varie confessioni cristiane, dell’Ebraismo e dell’Islam. La relazione principale della prof.ssa Daniela Lucangeli, ordinario del Dipartimento di psicologia dello sviluppo e della socializzazione dell’Università di Padova, ha incantato ed emozionato tutti i presenti nel momento in cui ha affermato che bisogna educare la psiche alla pace. Educare è un dovere morale verso noi stessi, verso i nostri figli, i ragazzi; il genitore deve accompagnare il figlio a evitare non tanto l’errore ma una sua replica, e dargli una strada. Ogni adulto educante deve saper proporre un percorso di “sfide ottimali”: quelle realistiche che rendono probabile la riuscita del passo successivo, e quindi il benessere e la salute del singolo. È stato ribadito che viviamo in un tempo di profonda insicurezza e noi adulti fatichiamo a recuperare il terreno d’ascolto e di dialogo con i giovani, con i nostri figli, quello che secondo natura dovremmo assumere. Tanti sono stati gli argomenti toccati dalla professoressa come ad esempio le emozioni, che sono contenuto e strategia per supportare lo sviluppo sano dei giovani. Durante l’incontro sono stai presentati dei video messaggi di ragazzi che hanno sottolineato i sogni e le ambizioni che tutti gli esseri umani hanno in età giovanile e che spesso non si avverano. Molto belle sono state anche le testimonianze di due ragazze di Anagni che hanno denunciato l’uso eccessivo dei social e dei cellulari, la mancanza di serenità, le poche speranze e le tante incertezze che vivono oggi i giovani. Interessante è stato il dibattito con i rappresentanti delle religioni presenti in sala che all’unanimità hanno affermato che tutti i credenti sono chiamati alla pace e di vivere come fratelli aperti alla speranza, ai sogni e alla libertà.

Emanuela Sabellico

 

*******

Ti potrebbe interessare

La Giornata dei giovani e quello zaino da riempire con l’essenziale…

Leggi tutto

Ad Alatri e Anagni due strutture per il “dopo di noi”

Leggi tutto

Prepararsi alla maturità, con un desiderio nel cuore. A Fiuggi 50 giovani da tutto il Lazio

Leggi tutto

“Questa è casa tua”: famiglie in festa con l’Azione Cattolica

Leggi tutto

Giornata dei giovani: all’Acquapark con il vescovo Ambrogio

Leggi tutto