Si terrà venerdì prossimo 15 marzo la tradizionale Via Crucis diocesana dei giovani, con appuntamento ad Anagni, partenza alle 21 da Porta Cerere e quindi con le varie Stazioni che si snoderanno lungo il centro storico (in caso di pioggia si terrà invece nella vicina chiesa di San Giacomo).

Organizzata dalla Pastorale giovanile e da quella vocazionale, coordinate rispettivamente da don Luca Fanfarillo e don Pierluigi Nardi, la Via Crucis di quest’anno ha un’importante novità: le riflessioni che accompagneranno i momenti di preghiera delle varie Stazioni, infatti, sono state preparate da alcuni gruppi parrocchiali di giovani di tutta la diocesi, coinvolti in questa ed altre iniziative dalla Consulta giovanile di recente costituzione; ad ogni gruppo è stata affidata una Stazione e quindi il canovaccio che ne verrà fuori sarà anche quello di uno spettro più ampio di riflessioni e sensibilità.

La Consulta pastorale giovanile, come detto, è stata nominata di recente dal vescovo Ambrogio Spreafico ed è composta da Lorenza Castagnacci (Forania di Alatri), Carlo Cerasaro (Anagni), Camilla Cuva (Fiuggi), Elisa Finocchio (Anagni), Ilaria Fiorini (Alatri), Ludovica Paris (Fiuggi). Tra le prime iniziative prese e tuttora in corso c’è quella relativa al ciclo di incontri dal titolo “Lampada ai miei passi”, riservati ai giovani dai 19 ai 35 anni. Nei giorni scorsi, venerdì 8, si è tenuto ad Alatri uno di questi incontri, imperniato sul tema “Essere discepoli”. I prossimi incontri si terranno il 19 aprile, con la veglia vocazionale, e il 31 maggio, con luoghi e orari ancora da stabilire e che verranno resi noti attraverso media e social diocesani, ma anche la Via Crucis di Anagni a tutti gli effetti fa parte di questo percorso.

di Igor Traboni

(nelle foto: il manifesto della Via Crucis e alcuni membri della Consulta giovanile con il vescovo Spreafico e don Luca Fanfarillo)

 

Condivisione Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *