Il progetto si colloca in linea con la cornice generale del programma “La rete della Carità 2023 – Lazio ”, condividendo le sfide sociali di cui esso si fa promotore e attraverso la sua azione si cerca di contrastare le diverse forme di emarginazione sociale presenti ed evidenti sul territorio oggetto di progettazione, rispondendo alle sollecitazioni degli obiettivi 1 e 3 dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, collocando il suo ambito di azione nel “Sostegno, inclusione e partecipazione delle persone fragili nella vita sociale e culturale del Paese”.

L’intento principale è quello di riuscire a dare una prima risposta a situazioni di estremo disagio, attraverso l’ascolto delle persone, istaurando un rapporto di fiducia, affinché la persona si senta libera di essere sé stessa e di raccontar      ci i propri bisogni.

“Vorremmo provvedere – fanno sapere dalla Caritas diocesana – alla distribuzione di beni di prima necessità, vestiario e necessità sanitarie e burocrati      che. Vorremmo progettare, in base alle esigenze delle persone dei percorsi per progettare il loro futuro, percorsi di reinserimento lavorativo e percorsi di reinserimento sociale. Un progetto che vuole essere al passo con i tempi, raccogliendo le esigenze dei tempi, facilitando l’inclusione. Partire da quello che già offriamo per poter migliorare i nostri servizi e integrarli in modo puntuale ed efficace”.

SUL MANIFESTO TROVATE TUTTI I RIFERIMENTI UTILI PER CHIEDERE ULTERIORI INFORMAZIONI E L’INDICAZIONE DEL SITO INTERNET PER SCARICARE IL BANDO

Condivisione Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *